Sinistra

 
 

Paura di Volare

image

Se dovessimo immaginare un titolo di un film alla sinistra degli ultimi quindici anni dovremmo pensare a “paura di volare”. Nessun riferimento al celebre romanzo del 1973 che tanto è stato importante per una generazione di donne in cerca di emancipazione ma la paura di prendere in mano il futuro di un paese. Ci troviamo di fronte ad una situazione nuova che vede in molti paesi europei fenomeni importanti quali Syriza, Podemos, la sinistra portoghese esterna ai socialisti, i laburisti inglesi e, in USA, il fenomeno Sanders. Qualche anno faRead More


La Sinistra nel nuovo Millenno – report

INCONTRO del 17/2/2016 “La Sinistra del nuovo millennio” Relatori: Luciana Castellina Alfredo D’Attorre Oriano Giovanelli Fabio Mussi Michele Prospero Andrea Ranieri Abbiamo archiviato il Novecento, “il Secolo breve”, con le sue speranze e i suoi lutti, le sue conquiste e le sue sconfitte, le sue illusioni e le sue catastrofi; ed abbiamo inaugurato un nuovo Millennio, sinonimo di palingenetiche trasformazioni, di cambiamenti epocali, di grandi traguardi e di ardimenti finora intentati. L’alba di una nuova era, luminosa e feconda come tutti i risvegli. Ma il presente che stiamo vivendo nonRead More


La Sinistra nel nuovo Millennio

sinistra nuovo millennio

Sanders, i laburisti inglesi, podemos, Syriza, il Portogallo ci mettono di fronte ad una rinnovato bisogno di sinistra conseguente alla crisi del 2008 che ha colpito in particolare la classe media. La “terza via” non è in grado di dare le risposte necessarie ad affrontare la complessità del nuovo millennio. I “millenians” (i giovani fino ai trent’anni) sono i più coinvolti in questi processi di trasformazione della sinistra che è chiamata a cambiare le proprie interpretazioni della società e le consolidate forme organizzative. In Italia la crisi del centrosinistra rappresentatoRead More


Rappresaglia

Quando degli eserciti potenti e forti subiscono una sconfitta da parte di forze numericamente minori e meno attrezzate non si ritirano di buon ordine, non firmano rese. Comincia allora quello che viene riassunto nel detto “avvelenare i pozzi”, si procede con rappresaglie sulla popolazione, con aggressioni e vessazioni di ogni tipo verso gli inermi. Questo nel tentativo di dire:”non mi sto ritirando perché ho perso perché vedete come sono forte? Sto andando via di mia volontà perché non mi piacete e non vi considero”. E’ un atteggiamento infantile ma èRead More