Chi siamo

logo giubberosse 2

Semplicemente di sinistra.

Siamo un gruppo di compagne e di compagni che credono, e si impegnano, nei valori della sinistra dii giustizia sociale, uguaglianza, libertà e laicità.

Ci muove la speranza e la convinzione che sia possibile abbattere ogni forma di discriminazione civile e sociale sia essa basata su distinzioni di condizione economica, di genere, di convinzione religiosa, di orientamento sessuale, di origine etnica, per affermare il pluralismo culturale nella democrazia e nella pari dignità di tutte le persone. Crediamo che si possa e si debba dare centralità ai diritti civili intesi come realizzazione delle libertà individuali e collettive.

 Poniamo al centro il rispetto e lo sviluppo della Persona umana intesa come individuo da valorizzare e sostenere all’interno della comunità. Un individuo che non è solo, contro gli altri e in continua competizione ma che con gli altri si esprime al meglio e costruisce il bene comune e lo sviluppo collettivo. In questo senso un ruolo centrale va finalmente assegnato allo sviluppo della conoscenza, della cultura, dell’istruzione e della formazione permanente, della ricerca scientifica.

 Crediamo in un capitalismo mite e riformatore che abbia un elevato profilo etico e in questo senso ci ispiriamo al pensiero di Adriano Olivetti. Per questo pensiamo che ogni intervento umano, ogni attività d’impresa, debba essere condizionato alla insuperabile esigenza della salvaguardia della natura e alla tutela dell’ambiente naturale ed urbano

 Vogliamo ridare un senso alle parole della nostra Costituzione, a cominciare dalla parola lavoro. Siamo dalla parte di tutti coloro che impiegano le loro energie e le loro risorse nella produzione di beni e servizi utili alla collettività, sia come imprenditori che come lavoratori dipendenti, ma, quando c’è conflitto, con discernimento e spirito critico, stiamo dalla parte del soggetto più debole.

 L’eccessivo peso della finanza e della rendita sul mondo della produzione è il più grosso macigno che blocca la società, il neoliberismo è ormai diventato una vera e propria ideologia senza alcun fondamento scientifico che ha soggiogato una larga massa di persone nel mondo. Per questo pensiamo si debba considerare prioritario operare per una drastica riduzione delle sperequazioni sociali e per una più equa distribuzione della ricchezza.

 Le forme democratiche di associazione sono fondamentali per l’affermazione di valori sociali ed etici ma constatiamo che molti partiti oggi presenti sulla scena politica non sempre praticano la democrazia e la partecipazione, e sono inquinati da interessi personali, da egoismi, da ipocrisie e assenza di moralità, e producono così perdita di credibilità, delusione, abbandono.

 Il progressivo venir meno dei valori e delle motivazioni ideali di troppi individui che operano in politica ha prodotto un decadimento generale della società a cui noi, iscritti e non iscritti a partiti politici della sinistra, riteniamo di dover dare risposta attraverso la ricerca di nuovi modelli di partecipazione, di idee e valori condivisi, di motivazioni ideali e concrete del fare politica e attraverso l’impegno diretto alla rigenerazione culturale e politica.

 Crediamo che solo attraverso una partecipazione autentica si possa valorizzare quel patrimonio umano che è rappresentato da tutti quelli che si dedicano a cercare di migliorare le condizioni di vita e a dare risposte concrete ai bisogni delle cittadine e dei cittadini, nella ricerca dell’uguaglianza e nella lotta alla povertà, alla sfiducia, alla solitudine.

 Per dare risposte a queste istanze c’è bisogno di un modo diverso di fare politica in cui le decisioni non siano prese da oligarchie ristrette, ma ognuno possa dare il suo contributo per costruire un percorso collettivo in cui le idee possano essere discusse, condivise e diventare un patrimonio comune.

Per tutto questo le compagne e i compagni del nostro gruppo, che si sono dati il nome di “giubbe rosse”, hanno deciso di dedicare tempo, intelligenza ed energie alla promozione alla ricerca e alla costruzione di nuove forme e occasioni di confronto e di partecipazione nel tentativo di rigenerare la politica della sinistra.


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: